Emilio Nigro

Emilio Nigro

Emilio NigroPoeta, autore e critico di teatro, scrive per Hystrio, Persinsala.it e il quotidiano il Meridione.”

È stato drammaturgo della compagnia teatrale La Barraca (Cosenza) dal 2009 al 2012;

ha frequentato il laboratorio di drammaturgia di Edoardo Erba (Primavera dei Teatri 2011)
Ha frequentato il laboratorio d’attore di Fortunato Cerlino (Università della Calabria 2014)

 

Premi

  • 2018 Migliore opera teatrale Festival “Luccica Bari – Masseria Carrara
  •  2017  Premio nazionale rassegna teatrale Città di San Giovanni in Fiore, 2° classificato;
  •  2017 Premio nazionale rassegna Teatrale “Urgenze 2017” Roma, miglior
  •  2015  Premio Nazionale “Racconti di Sila”, Lorica
  • 2011. Premio Nazionale “Nico Garrone 2011 – ai critici più sensibili al teatro che muta” – Siena
  •  2013. Premio Amministrazione Comunale Città di Cosenza ‘Nemo propheta in patria 
  • 2013. Premio “Eccellenza di Calabria” teatro e poesia
  • 2012 Premio della giuria popolare e menzione speciale della giuria al miglior testo concorso nazionale per monologhi Residenza Teatrale Orizzonti Meridiani, Cassano Ionio (CS);
  • 2012. Premio nazionale Guasco 2012 “scritture contemporanee”; Ancona
  • 2011. Premio nazionale NonfermARTI 2011 categoria scrittura creativa; Cosenza
  • 2007. Premio Galarte 2007 per la poesia. Cosenza

Pubblicazioni:

  • 2016 “Provincia Cronica” Teomedia Edizioni (Cosenza) – 2013.
  • Da Questa Parte del Sud”, (Autoproduzione, Roma)
  • 2012. “Faceboom” nell’antologia “Scritture contemporanee” Guasco libri e cinema, (Ancona)
  • 2009. “Alterazioni di colore”, (Coessenza, Cosenza)
  • 2009. ‘Un sorso ancora’ nella raccolta collettiva “Seduti in quel caffe” Palzari editore, Lecce
  • 2007. “Elisir di luna”, (Aletti, Roma)
  • 2005. “Incessanti maree silenziose”, (Cosenza)

Autore di numerosi spettacoli che hanno girato per i principali teatri e festival di settore d’Italia.

Si ricordano (come autore):

  • Teatranti” (2009)
  • Rifarmi – soluzioni al precariato” (2012) (finalista a Festival nelle città di Arezzo,Cassano allo Ionio, Lodi, Prato, Roma) –
  • Avemmaria” (2015), drammaturgia rappresentata al Festival Internazionale del Teatro Urbano (Roma); Bari; Brindisi; Cosenza; Montalto Uffugo; Napoli, Teatro Sanità; Gallipoli, Zeromeccanico spazio; Andria; Rende; Roma Teatro Tordinona; San Giovanni in Fiore, Cinema Teatro Italia; Bari, Brescia, Matera, Martina Franca;
  • Abbascio” (2018) con Carmelo Giordano

Nel 2018 fa parte della giuria del “Premio Petroni” – Wonderland, festival di teatro contemporaneo (BS) –

È stato membro della giuria  al festival di Teatro “del viaggiator leggero” Piacenza;  dal 2014 al 2016 a tutt’oggi è membro della giuria votante al Festival di Troia (FG) –

Nel 2014 E’ membro della giuria votante al Fringe Festival a Roma

Dal 2010 a tutt’oggi è membro della giuria votante Premio della Critica, Associazione Nazionale Critici di Teatro.-

Dal 2011 è membro della giuria votante Premio Hystrio Anct, Hystrio trimestrale di spettacolo e cultura, Milano e Presidente della giuria tecnica del Concorso Nazionale per monologhi della Residenza artistica Orizzonti Paralleli, Cassano allo Ionio, (CS).

Docenze

2016

  • Docente laboratorio di Critica Teatrale per scuole secondarie superiori a Gallipoli (LE) ;
  • Docente di scrittura critica – Festival del corto teatrale Fiorenzuola D’arda (Piacenza)
  • Docente laboratorio di scrittura critica – Festival Teatri a Vapore (Brindisi);
  • Docente laboratorio di scrittura creativa e critica  – Festival Filecenza (Bari);
  • Docente laboratorio di Scrittura criticaFestival Fuori Luogo (Matera);

2015

  • Docente laboratorio di scrittura criticaFestival Teatri dei luoghi Koreja (Lecce);

2014

  • Docente nel laboratorio di Scrittura criticaUniversità del Salento (LECCE);

2013

  • Docente nel laboratorio di Scrittura creativa, Cosenza – Edizioni Coessenza;
  • Docente nel laboratorio di Scrittura creativa, Associazione Culturale “Cap 10100”, Torino;
  • Docente nel laboratorio di Scrittura creativa, Associazione Culturale Teatronet, Udine.
  • Docente nel laboratorio di Scrittura critica, Associazione Culturale “Scena Verticale, Castrovillari, (CS)

È stato relatore de “L’ incontro sul nuovo teatro – Rassegna Maestri e Margherite” – Bisceglie (BT) 2016

Fa parte dell’organizzazione e ideazione Festival delle Residenze Calabresi e Apulia Fringe Festival 2014/2015

È stato Relatore al convegno “Eduardo De Filippo e il Teatro Contemporaneo” Salerno 2015

Simonluca Spadanuda

Simonluca Spadanuda (ph. Mattia Simonetta)

Simonluca Spadanuda (ph. Mattia Simonetta)Classe 1980, inizia ad interessarsi all’arte a partire da giovanissimo, a 5 anni vende il primo quadro nel cortile di casa. Incentivato alla lettura dai genitori inizia a leggere fumetti prima di andare a scuola, a 12 anni scopre i supereroi Marvel grazie ai videogiochi e ad un compagno di classe che aveva il fratello maggiore collezionista.
Appassionato ascoltatore di musica sin dal 1992, scopre la street art ed aerosol art nel 1993 dando il suo piccolo contributo alla cultura hip hop locale. Pubblica le prime illustrazioni sul bollettino dell’Ordine degli Ingegneri di Catanzaro nel 1994 e nel 1997 scopre Photoshop e le tecniche di colorazione digitale.

Dopo un anno di Architettura al Politecnico di Milano si dedica alla passione per il fumetto, vince un concorso su 69 partecipanti e pubblica una storia di 8 pagine sulla rivista Mondo Naif pubblicata da Kappa Edizioni nel 2001. Dopo aver realizzato diverse illustrazioni per copertine musicali sin dal 1996, studia progettazione grafica alla Scuola Arte & Messaggio di Milano fondata da Bruno Munari, iniziando a lavorare presso diversi studi di comunicazione.

Ultima esperienza formativa alla School of Visual Arts di New York per un corso di continuing education in Advanced Illustration and the marketplace.

Ha realizzato innumerevoli copertine per prodotti musicali, sia digitali che stampati, etichette per dischi in vinile per clienti tedeschi ed inglesi, copertine ed illustrazioni interne di libri anche per l’amministrazione pubblica, loghi per aziende locali e internazionali, concept ed esecutivi per clienti quali Algida e Unilever, più recentemente anche RedBull Music UK (sede di Londra) ed ha seguito progetti per l’agenzia di DMC e Live Communication AmandaEventz, oltre ad un numero imprecisato di locandine e poster per eventi musicali, festival e spettacoli teatrali.

Continua a seguire le produzioni musicali di Bassplate Records, etichetta di musica indipendente con sede a Bologna.

Tramite il marchio Urbanmagic rappresenta il suo progetto creativo destinato ad applicazioni per esterni quali prodotti pubblicitari e promozionali per eventi culturali o artistici, oltre a sporadici interventi di pittura murale su grande formato.

Partecipa come performer a presentazioni di libri o eventi musicali disegnando dal vivo ad iniziare dal 2010 con lo spettacolo Kretek a Milano ed in seguito un paio di performance a Bruxelles, in Belgio nonché ad Imperia durante il periodo di residenza nel villaggio degli artisti di Bussana Vecchia in provincia di Sanremo.

Maggiori info http://urbanmagic.wordpress.com

 

Bruno Mirante

Bruno Mirante (ph. Vincenzo Lazzaro)

Bruno Mirante (ph. Marria Simonetta)Bruno Mirante. Classe 1982, vive a Catanzaro dove dal 2009 svolge la professione giornalistica.

Giornalista pubblicista. Iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Calabria dal 2011. Dottore Magistrale in Comunicazione Multimediale all’Università degli studi di Perugia. Ha lavorato presso televisioni, radio e quotidiani regionali e ha svolto l’attività di addetto stampa/ portavoce per rappresentanti politici ed enti istituzionali e nella promozione di grandi eventi musicali e festival artistici.

Dal 2015 al 2018 ha lavorato presso la redazione di Catanzaro de “Il Quotidiano del Sud” con la qualifica di redattore. Con l’associazione culturale “Venti d’Autore” ha curato la direzione artistica dei calendari illustrati “Tratti nella Memoria” e “Inviati dalla Memoria”.

Francesco Votano

Francesco-Votano

Francesco-VotanoPerformer Teatrale ed Audiovisivo
Docente di Arti dello Spettacolo dal Vivo e arti circensi
Direttore Tecnico e Direttore di Scena
Lavora nell’associazione culturale ConimeiOcchi come Coordinatore ed Organizzatore di Processi Artistici e Culturali,

Maria Grazia Bisurgi

Maria Grazia Bisurgi

Maria Grazia BisurgiMaria Grazia Bisurgi

Linklater Voice coach, performer teatrale ed esperta in arte contemporanea, ha focalizzato il suo interesse sulla comunicazione e i processi creativi. Il suo lavoro si muove attraverso il devised theatre, quello sociale e sensoriale, soundscape e videoart.

Direttrice Artistica e organizzativa della compagnia ConimieiOcchi costruisce i suoi interventi teatrali in spazi non convenzionali coinvolgendo direttamente le comunità. Formatasi con Merry Conway sull’arte del Clown e la poetica del fallimento, ma anche il movement training secondo la metodologia di Trish Arnolds e gli embodied humors.

Facilitatrice di processi creativi individuali e di gruppo, è una delle insegnanti italiane accreditate da Kristin Linklater.

CANTIERE TEATRALE PER BAMBINI SUL LINGUAGGIO NON VERBALE “I segreti della piazza”

25-26-27 GIUGNO | H15,30-18,30

SIMERI CRICHI Istituto Comprensivo -Benedetto Citriniti-Aula Magna

CANTIERE TEATRALE SUL LINGUAGGIO NON VERBALE (PER BAMBINI)

“I segreti della piazza”

a cura di Francesco Votano e Maria Grazia Bisurgi (Ass. cult. ConimieiOcchi)
La tecnica teatrale che indagheremo sarà il linguaggio non verbale.

L’impianto sarà quello del cinema muto anni ’30, ispirato all’ arte di Charlie Chaplin.

Il Linguaggio non verbale rappresenta un valore universale: tutte le forme di relazione che l’uomo instaura nel corso dell’esistenza, con se stesso, con gli altri esseri umani, con il mondo naturale, sono permeate di non verbale. Anche nel linguaggio parlato e scritto, il contenuto extra-verbale ha un potere comunicativo ed emotivo addirittura superiore alle parole stesse.

Le diverse forme artistiche – musica, pittura, scultura, danza, etc. -, organizzate in complessi codici comunicativi (le tecniche dei linguaggi artistici), rappresentano il più evidente fenomeno di comunicazione non verbale delle emozioni.

I ragazzi saranno condotti grazie ad una serie di giochi/esercizio alla realizzazione di una performance finale da proporre al pubblico;

saranno coinvolti nella strutturazione di un vero e proprio spettacolo teatrale che li vedrà protagonisti assoluti della scena.

 

CANTIERE “MUSICA POPOLARE CALABRESE”

17-18 -19 MAGGIO | h.15-18
SIMERI CRICHI – Centro parrocchiale Don Gaetano Cetera (P.terra)
CANTIERE “MUSICA POPOLARE CALABRESE” a cura di  Danilo Gatto (Ass.Cult.Arpa)

Il corso riguarda caratteristiche, modalità compositive, esecutive, intonazione della voce, strumenti, repertori della musica di tradizione orale, con particolare riguardo al repertorio locale, rivolto soprattutto ai musicisti del luogo.

CANTIERE DI SCRITTURA “Antichi racconti da Simeri Crichi e dintorni”

“Antichi racconti da Simeri Crichi e dintorni”

Cantiere di Scrittura a cura di Lorenzo Chiricò (Associazione APS Asperitas)

16-17- 18 MAGGIO | h.15-18
SIMERI CRICHI – Centro parrocchiale Don Gaetano Cetera (1°piano)

 

Il lavoro si pone l’obiettivo di rintracciare e raccogliere le antiche leggende e storie legate al territorio di Simeri Crichi e del comprensorio viciniore, in modo da preservarne la memoria ed evitare che, con la scomparsa degli ultimi anziani a conoscenza di queste ultime, si ritrovino condannate ad un inesorabile oblio. Alla raccolta sarà integrata una parte di ambito antropologico nel quale saranno analizzati i significati profondi ed atavici di queste testimonianze, legate ad aspetti magici, antropologici e psicologici delle comunità.

Il progetto si svolgerà in una prima fase con la raccolta e il riordino delle storie e leggende, attraverso ricerche, interviste, incontri e dibattiti. La seconda fase consisterà nel lavoro di stesura e strutturazione del volume e sarà seguito dalla stampa dello stesso.

I primi due giorni si raccontano le 4 storie, due al giorno, il 18 si riassume tutto per la preparazione del catalogo.

Il corso riguarda caratteristiche, modalità compositive, esecutive, intonazione della voce, strumenti, repertori della musica di tradizione orale, con particolare riguardo al repertorio locale, rivolto soprattutto ai musicisti del luogo.

Fabio Macagnino

Fabio-Macagnino

Francesco Locisano e Fabio Macagnino

Fabio Macagnino presenta un concerto che è sintesi dei suoi tre album pubblicati. Per l’occasione lo accompagna Francesco Loccisano alla chitarra battente. Si tratta per Fabio e Francesco della naturale conseguenza di un sodalizio consolidato negli anni, infatti i due musicisti collaborano da tempo ricercando sonorità che rimandano ad un paesaggio identitario, ma con uno sguardo sempre rivolto a scenari contemporanei.

La loro collaborazione si è riversata negli anni, sulle tracce incise negli album “Scialaruga” e “Cosmopolitana Mama”.

La dimensione acustica a due chitarre ben si presta per raccontare le atmosfere del suo ultimo album: Candalìa (Sveva Edizioni, 2017). Ma Candalìa è anche un concept: senza prendersi mai troppo sul serio quando chiedono a Fabio Macagnino quale genere musicale suona, lui risponde: la ”Candalìa”: questo “genere” nasce in Calabria dove l’autore vive attualmente, facendo di questa parola calabrese una filosofia di vita che suggerisce di perdere tempo, indugiare, di non aver timore di lasciar scorrere il tempo per riscoprire desideri rinnegati e dimenticati.

https://francescoloccisano.com

https://www.facebook.com/f.macagnino

Elena Garufi

Elena Garufi

Elena Garufi

Elena Garufi, attrice, clown ospedaliero, pedagogista teatrale e mediatrice artistica. Da circa 10 anni persegue la sua formazione artistica con maestri italiani e stranieri, spaziando dal teatro fisico all’arte del clown.

Oltre ad una solida formazione teatrale si è dedicata alle discipline corporee studiando danza classica, contemporanea, tango, acrobatica aerea. Ha collaborato nella scena teatrale romana con compagnie di teatro di ricerca come Ygramul e Metamorfosi teatro, Compagnia Endaxy, portando in scena spettacoli per adulti e bambini.

Collabora da oltre 4 anni con Soccorso Clown Onlus in veste di Clown ospedaliero. Laureata in pedagogia con una tesi sul gioco, crede fortemente nel potenziale creativo generato dal contesto ludico e lo porta avanti nella vita privata e professionale.